RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 5 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Classificazione dei reclami e delle richieste dei consumatori

La Commissione intende migliorare la produzione di informazioni statistiche concernenti i reclami dei consumatori europei. Tali informazioni possono servire per analizzare il funzionamento del mercato interno europeo. Durante il periodo 2007-2008, il 16% dei consumatori europei ha presentato a un commerciante un reclamo ufficiale riguardo a un problema incontrato.

ATTO

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni relativa a una metodologia armonizzata per la classificazione e la notifica dei reclami e delle richieste dei consumatori [COM(2009) 346 definitivo - Non pubblicato sulla Gazzetta ufficiale].

SINTESI

I consumatori europei insodisfatti di un bene o servizio possono presentare un reclamo contro il commerciante responsabile. I consumatori si rivolgono allora agli organismi nazionali preposti, pubblici o non governativi (associazioni dei consumatori, ecc.). I reclami in questione possono essere a livello nazionale o riguardare diversi paesi dell'Unione europea (UE).

I dati relativi ai reclami e alle richieste dei consumatori possono essere usati dai responsabili politici a livello nazionale e europeo per valutare il funzionamento dei mercati di consumo. In particolare essi permettono di:

  • capire i problemi che incontrano i consumatori che acquistano prodotti e servizi in Europa;
  • adattare la normativa sulla protezione dei consumatori;
  • migliorare le pratiche commerciali delle imprese europee;
  • confrontare la situazione dei mercati di consumo dei paesi europei.

La Commissione utilizza soprattutto una pagella dei mercati dei beni al consumo per analizzare diversi tipi di dati statistici (denunce, prezzi, soddisfazione dei consumatori, sicurezza dei prodotti, ecc.).

Tuttavia, i paesi dell'Unione europea (UE) utilizzano attualmente metodologie diverse per la raccolta e la classificazione dei dati. La Commissione propone quindi una metodologia unica europea per la classificazione dei dati statistici. Tale metodologia dovrebbe essere adottata volontariamente dagli organismi nazionali responsabili dei reclami e delle richieste dei consumatori.

La Commissione propone una metodologia divisa in 3 sezioni per raccogliere:

  • informazioni generali sul reclamo, riguardanti ad esempio il paese del consumatore, la data del reclamo e il metodo di vendita del prodotto;
  • informazioni settoriali in tre campi distinti: il settore economico, il tipo di mercato e la descrizione del mercato di consumo;
  • informazioni sul tipo di reclamo e sui temi generali che riguardano tutti i consumatori (pubblicità ingannevole, sicurezza, prestazione di servizi, ecc.).

Tutte le organizzazioni che applicano la metodologia dovrebbero comunicare le loro informazioni alla Commissione, nel rispetto dell'anonimato dei consumatori e delle imprese.

Contesto

La Commissione ha avviato una consultazione pubblica sul suo progetto di metodologia di classificazione dei dati.

ATTI COLLEGATI

Raccomandazione della Commissione, del 12 maggio 2010, relativa all’utilizzo di una metodologia armonizzata per la classificazione e la notifica dei reclami e delle richieste dei consumatori [C(2010)3021 definitivo – Non pubblicato sulla Gazzetta ufficiale].
La Commissione raccomanda l’introduzione di una metodologia armonizzata concernente la classificazione e la notifica dei reclami e delle richieste dei consumatori europei.

Regolamento (CE) n. 2006/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 ottobre 2004, sulla cooperazione tra le autorità nazionali responsabili dell’esecuzione della normativa che tutela i consumatori («Regolamento sulla cooperazione per la tutela dei consumatori»).
Il presente regolamento abilita la Commissione a collaborare con le autorità dei paesi dell’Unione europea al fine di tutelare gli interessi dei consumatori.

Ultima modifica: 26.03.2010
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina