RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 23 lingue
Nuove lingue disponibili:  BG - CS - ET - GA - LV - LT - HU - MT - PL - RO - SK - SL

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Il Fondo sociale europeo (2007 - 2013)

Al fine di definire i compiti e il campo d'applicazione del Fondo sociale europeo per il periodo 2007 - 2013, il presente regolamento prevede disposizioni specifiche relative ai tipi di attività che possono essere finanziate tramite il FSE. Il FSE sostiene le priorità della Commissione per quanto riguarda la necessità di potenziare la coesione sociale, aumentare la produttività e la competitività e favorire la crescita economica e lo sviluppo sostenibile. In tale contesto, il FSE si prefigge di contribuire al potenziamento della coesione economica e sociale, migliorando i livelli e le possibilità di occupazione.

ATTO

Regolamento (CE) n. 1081/2006 del Parlamento e del Consiglio , del 5 luglio 2006, relativo al Fondo sociale europeo e che abroga il regolamento (CE) n. 1784/1999 [Cfr. atti modificativi].

SINTESI

Per il periodo 2007 - 2013, le disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione prevedono che il FSE sostenga azioni rientranti nell'obiettivo "Convergenza" (per le regioni meno sviluppate) e nell'obiettivo "Competitività regionale e occupazione" (che si prefigge di anticipare e promuovere i cambiamenti economici per far fronte alle sfide).

Compiti

Il FSE sostiene le politiche degli Stati membri volte ad applicare la strategia di Lisbona per la crescita e l'occupazione. Tali politiche sono strettamente collegate ai Grandi Orientamenti delle Politiche Economiche (GOPE), alla Strategia europea per l'occupazione (SEO), nonché alle linee di orientamento per l'occupazione. Più precisamente, il FSE si prefigge di:

  • raggiungere la piena occupazione;
  • migliorare la qualità e la produttività del lavoro;
  • promuovere l'inserimento sociale (in particolare, l'accesso al lavoro delle persone svantaggiate;
  • ridurre le disparità nazionali, regionali e locali in materia di occupazione.

Campo d'applicazione e priorità

Nel quadro degli obiettivi "Convergenza" e "Competitività regionale e occupazione", il FSE sostiene varie azioni negli Stati membri sulla base delle seguenti priorità:

  • aumentare la capacità di adattamento dei lavoratori delle imprese e degli imprenditori, al fine di migliorare tempestivamente la gestione positiva dei cambiamenti economici;
  • migliorare l'accesso al posto di lavoro e l'inserimento duraturo sul mercato del lavoro, per chi è in cerca di lavoro e per le persone non attive;
  • prevenire la disoccupazione, segnatamente quella di lunga durata e quella dei giovani;
  • incoraggiare l'invecchiamento attivo e prolungare la vita attiva;
  • aumentare la partecipazione al mercato del lavoro;
  • migliorare l'inserimento sociale delle persone svantaggiate in vista di un loro inserimento duraturo nel mondo del lavoro;
  • lottare contro tutte le forme di discriminazione sul mercato del lavoro;
  • migliorare e aumentare il capitale umano;
  • promuovere le partnership.

Priorità

Inoltre, nel quadro dell'obiettivo "Convergenza", il FSE sostiene le seguenti priorità:

  • potenziamento degli investimenti in capitale umano, con riforme in materia di istruzione e di formazione, aumento della partecipazione nei settori dell'istruzione e della formazione lungo l'intero arco della vita, nonché sviluppo del potenziale umano nel settore della ricerca e dell'innovazione;
  • rafforzamento della capacità e dell'efficacia istituzionali, allo scopo di contribuire al buon governo.

Concentrazione dell'aiuto

Gli Stati membri assicurano che le azioni sostenute dal FSE siano conformi alle azioni avviate nel rispetto della strategia europea per l'occupazione e che vi contribuiscono attivamente. Gli Stati membri concentrano gli aiuti sull'attuazione delle raccomandazioni pertinenti in materia di occupazione.

Ammissibilità delle spese

Le regole riguardanti l'ammissibilità delle spese vengono decise a livello nazionale. Peraltro, per il FSE le spese seguenti non sono ammissibili:

  • l'IVA recuperabile;
  • gli interessi debitori;
  • l'acquisto di mobili, impianti, veicoli, infrastrutture, immobili e terreni.

Buon governo e partnership

Il FSE favorisce il buon governo e le partnership. Il sostegno che questo Fondo fornisce in questo campo viene progettato e realizzato a livello territoriale tenendo conto anche dei livelli nazionale, regionale e locale in conformità degli accordi istituzionali specifici di ciascuno Stato membro. Gli Stati membri garantiscono la partecipazione delle parti sociali e la consultazione e la partecipazione adeguate delle altre parti interessate, a livello territoriale, in occasione della preparazione, dell'attuazione e degli sviluppi del sostegno del FSE.

Contesto

Le altre disposizioni relative alla politica di coesione per il periodo 2007-2013 si trovano nei quattro regolamenti relativi:

Sul piano politico, la politica di coesione per il periodo 2007-2013 ha la sua base finanziaria nell'accordo interistituzionale e nel quadro finanziario 2007-2013.

RIFERIMENTI

AttoData di entrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale
Regolamento (CE) n. 1081/200601.08.2006-GU L 210 del 31.07.2006
Atto(i) modificatore(i)Data di entrata in vigoreTermine ultimo per il recepimento negli Stati membriGazzetta ufficiale
Regolamento (CE) n. 396/200922.5.2009-GU L 126 del 21.5.2009

ATTI COLLEGATI

Decisione 2006/593/CE della Commissione, del 4 agosto 2006, che stabilisce una ripartizione indicativa per Stato membro degli stanziamenti a titolo dell'obiettivo "competitività regionale e occupazione", per il periodo dal 2007 al 2013 [Gazzetta ufficiale L 243 del 6.9.2006].
Modificata da:
Decisione 2010/476/CE [Gazzetta ufficiale L 232 del 2.9.2010].

Decisione 2006/702/CE del Consiglio, del 6 ottobre 2006, relativa a orientamenti strategici comunitari in materia di coesione [Gazzetta ufficiale L 291 del 21.10.2006].
Il progetto di orientamenti strategici comunitari per la coesione, la crescita e l'occupazione è stato adottato dal Consiglio il 6 ottobre 2006. Tali orientamenti strategici costituiscono il quadro indicativo per l'attuazione della politica di coesione e per l'intervento dei Fondi nel periodo 2007-2013.

Comunicazione della Commissione, del 5 luglio 2005, "Una politica di coesione per sostenere la crescita e l'occupazione - Orientamenti strategici comunitari 2007-2013" [COM(2005) 299 - Non pubblicata sulla Gazzetta ufficiale].

Ultima modifica: 17.09.2010
Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina