RSS
Indice alfabetico
Questa pagina è disponibile in 11 lingue

We are migrating the content of this website during the first semester of 2014 into the new EUR-Lex web-portal. We apologise if some content is out of date before the migration. We will publish all updates and corrections in the new version of the portal.

Do you have any questions? Contact us.


Carni di pollame

Archivi

L'organizzazione comune dei mercati (OCM) nel settore del pollame consente di stabilizzare i prezzi e di garantire un equo tenore di vita agli agricoltori facilitando la commercializzazione dei prodotti e fissando le modalità degli scambi con i paesi terzi.

ATTO

Regolamento (CEE) n.2777/75 del Consiglio del 29 ottobre 1975 relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore del pollame [cfr. atti modificativi].

SINTESI

A partire dal 1º luglio 2008 i prodotti contemplati dal campo di applicazione del regolamento in esame sono disciplinati dall'organizzazione comune dei mercati agricoli.

Campo di applicazione

I prodotti contemplati sono i seguenti: galli, galline, anatre, oche, tacchine e faraone, carni e frattaglie commestibili, fegato di volatili, grassi e altre preparazioni a base di pollame.

Commercializzazione

Possono essere adottate misure comunitarie a favore delle iniziative professionali o interprofessionali intese a migliorare la qualità dei prodotti e il loro impiego, a promuovere una migliore organizzazione della produzione e della commercializzazione e ad agevolare l'accertamento dell'evoluzione dei prezzi sul mercato.

Per le carni e le frattaglie commestibili di pollame sono stabilite norme di commercializzazione che possono riguardare la classificazione per categoria, la qualità, il peso e l'etichettatura. Per gli altri prodotti l'adozione di norme è facoltativa.

Il regime degli scambi con i paesi terzi

Le importazioni e le esportazioni possono essere subordinate al rilascio di un titolo d'importazione o di esportazione da parte degli Stati membri.

Di norma ai prodotti del settore del pollame si applicano le aliquote dei dazi della tariffa doganale comune.

Qualora le importazioni rischino di perturbare il mercato comunitario, possono essere imposti dazi addizionali all'importazione.

I contingenti sono attribuiti secondo i metodi del "primo arrivato, primo servito" o secondo il metodo dell'esame simultaneo. Possono essere previsti anche altri metodi, purché non discriminatori.

In caso di aumento dei prezzi sul mercato comunitario il Consiglio può, su proposta della Commissione e previa consultazione del Parlamento europeo, adottare le misure del caso.

Per permettere le esportazioni può essere concessa una restituzione all'esportazione.

Può essere vietato il ricorso al regime del perfezionamento attivo.

Qualora per effetto delle importazioni o delle esportazioni il mercato rischi di subire perturbazioni possono essere adottate misure di salvaguardia.

Negli scambi con paesi terzi sono vietate tasse aventi effetto equivalente ad un dazio doganale nonché l'applicazione di restrizioni quantitative o di misure di effetto equivalente.

Altre disposizioni

In caso di malattie degli animali possono essere adottati provvedimenti eccezionali di sostegno del mercato.

Salvo disposizioni contrarie, al settore del pollame si applicano le norme del trattato relative agli aiuti di Stato.

Gli Stati membri e la Commissione si comunicano i dati necessari all'applicazione del regolamento.

Per l'applicazione del regolamento, la Commissione è assistita dal comitato di gestione per il pollame e le uova (FR), composto di rappresentanti degli Stati membri e presieduto da un rappresentante della Commissione.

RIFERIMENTI

AttoData di entrata in vigoreData limite di trasposizione negli Stati membriGazzetta ufficiale
Regolamento (CEE) n. 2777/751.11.1975-GU L 282 dell'1.11.1975

Atto(i) modificativo(i)Data di entrata in vigoreData limite di trasposizione negli Stati membriGazzetta ufficiale
Regolamento (CEE) n. 369/761.5.1976-GU L 45 del 21.2.1976
Regolamento (CEE) n. 1475/8624.5.1986-GU L 133 del 21.5.1986
Regolamento (CEE) n. 3907/872.1.1988-GU L 370 del 30.12.1987
Regolamento (CEE) n. 1235/8914.5.1989-GU L 128 del 11.5.1989
Regolamento (CEE) n. 3714/921.1.1993-GU L 378 del 23.12.1992
Regolamento (CEE) n. 1574/931.1.1994-GU L 152 del 24.6.1993
Regolamento (CE) n. 3290/941.1.1995-GU L 349 del 31.12.1994
Regolamento (CE) n. 2916/951.1.1996-GU L 305 del 19.12.1995
Regolamento (CE) n. 493/200227.3.2002-GU L 77 del 20.3.2002
Regolamento (CE) n. 806/20035.6.2003-GU L 122 del 16.5.2003
Regolamento (CE) n. 1913/20052.12.2005-GU L 307 del 25.11.2005
Regolamento (CE) n. 679/200611.5.2006-GU L 119 del 4.5.2006

Le modifiche e rettifiche successive al regolamento (CEE) n. 2777/75 sono state inserite nel testo di base. La versione consolidata (pdf ) ha solo valore documentale.

ATTI COLLEGATI

Norme relative all'allevamento e alla protezione degli animali

Direttiva 1999/74/CE che stabilisce le norme minime per la protezione delle galline ovaiole [Gazzetta ufficiale L 203 del 3.8.1999].

Direttiva 2002/4/CE relativa alla registrazione degli stabilimenti di allevamento di galline ovaiole di cui alla direttiva 1999/74/CE del Consiglio [Gazzetta ufficiale L 30 del 31.1.2002].
Versione consolidata (pdf ).

Commercio intracomunitario

Direttiva 90/539/CEE relativa alle norme di polizia sanitaria per gli scambi intracomunitari e le importazioni in provenienza dai paesi terzi di pollame e uova da cova [Gazzetta ufficiale L 303 del 31.10.1990].
Versione consolidata (pdf ).

Decisione 2006/605/CE concernente alcune misure di protezione relative agli scambi intracomunitari di pollame destinato al ripopolamento della selvaggina [Gazzetta ufficiale L 246 dell'8.9.2006].

Sostegno del mercato

Regolamento (CE) n. 774/94 recante apertura e modalità di gestione di alcuni contingenti tariffari comunitari di carni bovine di qualità pregiata, carni suine, carni di volatili, frumento (grano) e frumento segalato e crusche, stacciature e altri residui [Gazzetta ufficiale L 91 dell'8.4.1994].
Versione consolidata (pdf ).

Regolamento (CE) n. 1484/95 che fissa dazi addizionali all'importazione nei settori delle uova e del pollame nonché per l'ovoalbumina [Gazzetta ufficiale L 145 del 29.6.1995].

Decisione 97/4/CE della Commissione del 12 dicembre 1996 che fissa gli elenchi provvisori di stabilimenti di paesi terzi dai quali gli Stati membri autorizzano le importazioni di carni fresche di pollame [Gazzetta ufficiale L 2 del 4.1.1997].
Versione consolidata (pdf ).

Regolamento (CE) n. 1010/2006 relativo ad alcune misure eccezionali di sostegno del mercato nel settore delle uova e del pollame in taluni Stati membri [Gazzetta ufficiale L 180 del 4.7.2006].
Versione consolidata (pdf ).

Importazioni

Regolamento (CE) n. 533/2007 recante apertura e modalità di gestione di contingenti tariffari nel settore del pollame [Gazzetta ufficiale L 125 del 15.5.2007].

Esportazione

Regolamento (CE) n.633/2004 recante modalità d'applicazione del regime dei titoli d'esportazione nel settore delle carni di pollame [Gazzetta ufficiale L 100 del 6.4.2004].
Cfr. versione consolidata (pdf ).

Regolamento (CE) n. 1649/2006 relativo all'applicazione del tasso più basso della restituzione all'esportazione di taluni prodotti del settore delle uova e del pollame [Gazzetta ufficiale L 309 del 9.11.2006].

Regolamento (CE) n. 420/2007 recante fissazione delle restituzioni all'esportazione nel settore del pollame [Gazzetta ufficiale L 102 del 19.4.2007].

Norme relative al commercio con taluni paesi

Stati dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico (ACP)

Regolamento (CE) n. 701/2003 che stabilisce modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 2286/2002 del Consiglio per quanto riguarda il regime relativo all'importazione di taluni prodotti dei settori del pollame e delle uova originari degli Stati dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico (Stati ACP) [Gazzetta ufficiale L 99 del 17.4.2003].
Versione consolidata (pdf ).

Stati-Uniti

Regolamento (CE) n. 536/2007 recante apertura e modalità di gestione di un contingente tariffario per le carni di pollame attribuito agli Stati Uniti d'America [Gazzetta ufficiale L 128 del 16.5.2007].

Israele

Regolamento (CE) n. 2497/96 che stabilisce le modalità di applicazione nel settore del pollame del regime previsto dall'accordo di associazione e dall'accordo interinale tra la Comunità europea e Israele [Gazzetta ufficiale L 338 del 28.12.1997].

Altri paesi terzi

Regolamento (CE) n. 616/2007 recante apertura e modalità di gestione di contingenti tariffari comunitari nel settore del pollame originario del Brasile, della Thailandia e di altri paesi terzi [Gazzetta ufficiale L 142 del 5.6.2007].

Ultima modifica: 11.03.2008

Vedi anche

Per ulteriori informazioni si consulti la legislazione relativa all'OCM delle carni di pollame.

Avviso legale importante | Informazioni su questo sito | Ricerca | Per contattarci | Inizio pagina