Language selector

Scegli la versione a contrasto elevatoVisualizza con caratteri di grandezza normaleIngrandisci i caratteri

Questa pagina è disponibile in 24 lingue

Siete laureati di un concorso. Cosa accade ora?


Elenchi di riserva

Alla fine di ciascun concorso, EPSO trasmette alle varie istituzioni dell'UE un elenco dei candidati vincitori con i rispettivi CV in formato elettronico . Il compito di EPSO, per quanto riguarda l'assunzione dei candidati da parte delle istituzioni, termina qui. EPSO fissa un contingente per ciascuna istituzione, ossia stabilisce il numero dei candidati vincitori che possono essere assunti dalle singole istituzioni in base alle esigenze da esse espresse prima della pubblicazione del concorso e al numero di candidati vincitori disponibili. Di norma, il contingente ha una durata di un anno a partire dalla pubblicazione dell'elenco di riserva. Dopodiché le istituzioni sono libere di assumere senza alcuna restrizione.

Come suggerisce il nome stesso, gli elenchi di riserva rappresentano una lista di potenziali nuovi funzionari che solitamente ha una validità di due o tre anni. EPSO può prorogare il periodo di validità in base alle esigenze delle istituzioni. In tal caso ne informerà i candidati vincitori. Può passare molto tempo prima che i candidati presenti sull'elenco vengano chiamati a partecipare ad un colloquio. Va ricordato, tuttavia, che figurare nell'elenco di riserva non garantisce l'assunzione da parte delle istituzioni.

Inizio pagina

Il "flagging"

Ciascuna istituzione dispone di uno strumento interno per individuare un candidato negli elenchi di riserva. Per circa un mese dopo la fine del concorso, le istituzioni analizzano le proprie esigenze di assunzione in base ai profili professionali ricercati e ad altri requisiti specifici dei posti vacanti ed esaminano i profili dei candidati vincitori al fine di identificare quelli che rispondono maggiormente alle loro esigenze in termini di competenze linguistiche, esperienza professionale, grado di istruzione, ecc. Questo processo è noto come "flagging" (dall'inglese flag = bandiera), poiché, dopo aver individuato il potenziale candidato, le istituzioni manifestano il loro interesse apponendo una bandiera gialla accanto al suo nome. Lo stato della candidatura e visibili sia alle altre istituzioni che al candidato interessato. Ciascun candidato vincitore riceve attraverso il proprio passaporto EPSO una spiegazione dettagliata di questo sistema.

Sistema delle bandiere colorate per i concorsi generali

Inizio pagina

Assunzione

Man mano che vengono pubblicati i posti vacanti, le istituzioni contattano i candidati precedentemente contrassegnati con la bandiera e li invitano a partecipare ad un colloquio. A seconda dell'esito, esse possono formulare una proposta ufficiale di lavoro. Per motivi pratici, al candidato potrebbe anche essere chiesto contestualmente di sottoporsi alla visita medica obbligatoria prevista prima dell'assunzione. Il candidato che non supera il colloquio viene rimesso a disposizione delle altre istituzioni, ossia la sua "bandiera" da gialla ritorna verde per indicare che è nuovamente disponibile.

Inizio pagina

Cosa dovete fare

È fondamentale che aggiorniate puntualmente il CV nel vostro passaporto EPSO. Lo strumento utilizzato dalle direzioni Risorse umane delle singole istituzioni per setacciare gli elenchi di riserva si basa sulle categorie che voi stessi avete indicato alle voci Categoria professionale e Tipo di istruzione. Può inoltre essere utile presentarsi personalmente alle istituzioni o ai servizi ai quali si è interessati. Tuttavia, la decisione di attribuirvi una "bandiera" gialla e di invitarvi ad un colloquio spetta unicamente alle istituzioni.

Attraverso il vostro passaporto EPSO potete verificare se un'istituzione vi ha assegnato una bandiera gialla. In tal caso, evitate di contattare un'altra istituzione per candidarvi o chiedere un colloquio. Potete inoltre verificare in qualsiasi momento la vostra posizione nell'elenco di riserva cliccando sull'apposito link del vostro passaporto EPSO. Tale link viene attivato un mese dopo la fine del concorso.

Inizio pagina

Cosa faranno le istituzioni

I candidati contrassegnati con una bandiera gialla sono sostanzialmente "prenotati" per un breve periodo (max. 2 mesi) dall'istituzione che li ha identificati. Alla fine di tale periodo, se l'istituzione in questione non ha formulato alcuna proposta di assunzione, la bandiera ritorna verde e il candidato vincitore è rimesso a disposizione di tutte le istituzioni.

Il sistema delle bandiere riflette innanzitutto le esigenze di assunzione delle istituzioni. È per questo che non sempre la preferenza da voi espressa riguardo alla sede di lavoro può essere presa in considerazione. Tutte le istituzioni necessitano di personale altamente qualificato in quantità proporzionata alle loro dimensioni e alla loro missione. Può quindi accadere che preferiate lavorare per una determinata istituzione, ma che siate alla fine scelti da un'altra. Avete tutto il diritto di respingere un'offerta che ritenete inadeguata, ma non vi è alcuna garanzia che vi venga fatta una nuova offerta.

Inizio pagina