1990 | 1991 | 1992 | 1993 | 1994 | 1995 | 1996 | 1997 | 1998 | 1999

1995

Gennaio

1

La Francia assume la presidenza del Consiglio dell'Unione europea. L'Austria, la Finlandia e la Svezia diventano Stati membri dell'Unione europea.

23

In seguito al voto di approvazione del Parlamento europeo del 18 gennaio, i rappresentanti dei governi degli Stati membri nominano il presidente, Jacques Santer e i membri della Commissione europea per una durata di cinque anni.

25

La Commissione adotta la seconda parte del Libro verde sulla liberalizzazione delle infrastrutture di telecomunicazione e delle reti televisive via cavo.

Febbraio

1

Entrano in vigore gli accordi europei di associazione con la Bulgaria, la Romania, la Repubblica slovacca e la Repubblica ceca. 

23

Sentenza della corte di Giustizia delle Comunità europee nella causa Bordessa. La Corte stabilisce che i cittadini possono esportare banconote, monete e assegni senza autorizzazione preventiva.

25-26

A Bruxelles, Belgio, si svolge una conferenza ministeriale del G7 sulla società dell'informazione. Viene lanciato, in quest'occasione, "Europa" il sito web dell'Unione europea.

Marzo

8

La Corte dei conti pubblica la relazione speciale sullo strumento finanziario di coesione. 

14

Il Consiglio e il Parlamento europeo adottano il programma Socrates nel settore dell'istruzione. 

20-21

A Parigi firma e adozione del Patto di stabilità per l'Europa centrale e orientale. 

26

Entra in vigore l'accordo di Schengen fra Belgio, Francia, Germania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo e Spagna. 

Aprile

4

La Commissione adotta un Libro verde sul ruolo dell'Unione in materia di turismo. 

9

Il Liechtenstein ratifica con un referendum la propria adesione allo Spazio economico europeo. 

10

Il Consiglio adotta una relazione sul funzionamento del trattato sull'Unione europea in vista della Conferenza intergovernativa del 1996.

21

Il Comitato delle regioni adotta un parere d'iniziativa sulla preparazione della Conferenza intergovernativa del 1996. 

28

L'Austria firma l'accordo di Schengen. 

Maggio

1

Il Liechtenstein entra a far parte dello Spazio economico europeo.

3

La Commissione approva il programma Info 2000 per favorire lo sviluppo di un'industria europea dei contenuti multimediali nell'emergente società dell'informazione. 

3-10

La Commissione adotta un Libro bianco sulla preparazione dei paesi associati dell'Europa centrale e orientale all'integrazione nel mercato interno dell'Unione europea. 

11

Il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari, oggetto di un'azione comune nel quadro della politica estera e di sicurezza comune, è prorogato a tempo indeterminato. 

31

La Commissione adotta il Libro verde sulle misure pratiche per l'introduzione della moneta unica. 

Giugno

12

Firma degli accordi di associazione con l'Estonia, la Lettonia e la Lituania.

15

Si svolge ad Halifax, Canada, il ventunesimo vertice del G7.

22

La Romania presenta domanda di adesione all'Unione europea. 

26-27

Il Consiglio europeo, riunito a Cannes, in Francia, giunge a un accordo globale sui finanziamenti esterni, compreso il finanziamento dell'ottavo Fondo europeo di sviluppo (FES) per gli Stati dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico (ACP). Viene confermata la transizione verso la moneta unica per il 1° Gennaio 1999. 

27

La Repubblica slovacca presenta domanda di adesione all'Unione europea.

Luglio

1

La Spagna assume la presidenza del Consiglio dell'Unione europea.

12

Jacob Söderman, finlandese, è nominato dal Parlamento europeo mediatore dell'Unione europea. 

17

Firma dell'accordo interinale con la Russia, dell'accordo euromediterraneo con la Tunisia e dell'accordo di cooperazione con il Vietnam. 

19

La Commissione adotta un Libro verde sul diritto d'autore e i diritti connessi nella società dell'informazione e un altro Libro verde sui modelli di utilità nel mercato interno (tutela giuridica della proprietà intellettuale). 

26

Gli Stati membri dell'Unione firmano la Convenzione Europol sulla cooperazione fra le forze di polizia. 

Settembre

12

Si apre a Pechino, in Cina, la quarta Conferenza mondiale sulla donna.

25

Gli Stati membri adottano l'elenco dei paesi terzi i cui cittadini devono munirsi di visto per entrare nell'Unione europea.

Ottobre

13

La Lettonia presenta domanda ufficiale di adesione all'Unione europea.

17

Sentenza della corte di Giustizia delle Comunità europee nella causa Kalanke. La Corte stabilisce che una misura che accordi automaticamente la preferenza alle donne nelle promozioni va oltre il principio di parità di trattamento fra donne e uomini ed è pertanto discriminatoria sulla base del sesso.

Novembre

7

Firma del nuovo accordo Euratom-Stati Uniti sull'uso pacifico dell'energia nucleare.

20

L'Unione europea firma un accordo di cooperazione con il Nepal e un accordo euromediterraneo di associazione con Israele. 

24

L'Estonia presenta domanda ufficiale di adesione all'Unione europea. 

27-28

Si svolge a Barcellona la Conferenza euromediterranea.

29

La Commissione adotta un Libro verde sulla rete dei cittadini (trasporti urbani) nonché il Libro bianco su istruzione e formazione. 

Dicembre

8

La Lituania presenta domanda ufficiale di adesione all'Unione europea.

13

La Commissione adotta il Libro bianco "Una politica energetica per l'Unione europea".

14

Firma a Parigi degli accordi di pace di Dayton relativi alla pace nell'ex Iugoslavia.

La Bulgaria presenta domanda ufficiale di adesione all'Unione europea.

15

Sentenza della Corte di Giustizia delle Comunità europee nella causa Bosman. La Corte stabilisce che le norme delle federazioni calcistiche che limitano il numero di giocatori stranieri nelle squadre di calcio e le norme in materia di trasferimento dei giocatori sono contrarie al diritto comunitario.

15-16

Il Consiglio europeo riunito a Madrid, in Spagna, conferma l'introduzione della moneta unica ("euro") a decorrere dal 1° gennaio 1999 e fissa l'inizio della Conferenza intergovernativa al 29 marzo 1996.

20-21

LLa Commissione europea e la Banca mondiale organizzano a Bruxelles una riunione delle organizzazioni e dei paesi donatori per la ricostruzione della Bosnia-Erzegovina.

 Vedi anche:

PER CONTATTARCI

Richieste d'informazione di carattere generale

Chiama il numero
00 800 6 7 8 9 10 11 Come funziona il servizio telefonico?

Invia le tue domande per e-mail

Contatti e informazioni sulle visite alle istituzioni, contatti con la stampa

Aiutaci a migliorare il sito

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?