1990 | 1991 | 1992 | 1993 | 1994 | 1995 | 1996 | 1997 | 1998 | 1999

1992

Gennaio

1

Il Portogallo assume la presidenza del Consiglio delle Comunità europee.

Febbraio

3

Il Consiglio adotta misure positive a favore della Croazia, della Slovenia, delle Repubbliche iugoslave di Bosnia-Erzegovina e Montenegro, nonché dell'ex Repubblica iugoslava di Macedonia. 

7

Il Trattato sull'Unione europea viene firmato a Maastricht dai ministri degli Affari esteri e dai ministri delle Finanze degli Stati membri. 

19

La Commissione adotta un libro verde relativo all'impatto dei trasporti sull'ambiente.

Marzo

16

La Finlandia presenta domanda ufficiale di adesione alle Comunità europee.

Aprile

4

L'escudo entra nel meccanismo di cambio del sistema monetario europeo. 

Maggio

1

Le parti contraenti firmano a Porto, Portogallo, l'accordo che istituisce lo Spazio economico europeo. 

20

La Svizzera presenta domanda ufficiale di adesione alle Comunità europee.

Giugno

2

Il popolo danese, consultato mediante referendum, si pronuncia contro la ratifica del Trattato sull'Unione europea. 

3-14

Si svolge a Rio de Janeiro, Brasile, la Conferenza delle Nazioni Unite sull'ambiente e lo sviluppo (UNCED). La Comunità partecipa alla Conferenza e firma le convenzioni internazionali sul mutamento climatico planetario e sulla diversità biologica. 

18

Il popolo irlandese, consultato mediante referendum, si pronuncia a favore della ratifica del Trattato sull'Unione europea. 

26-27

Il Consiglio europeo, riunito a Lisbona, Portogallo, ribadisce l'importanza del rispetto del calendario di ratifica del Trattato sull'Unione europea. 

Luglio

1

Il Regno Unito assume la presidenza del Consiglio delle Comunità europee.

2

Il Lussemburgo ratifica il Trattato sull'Unione europea. 

6-8

Si svolge a Monaco di Baviera, Germania, il diciottesimo vertice economico occidentale. I rappresentanti dei sette paesi più industrializzati del mondo auspicano una nuova forma di partenariato con il resto dell'Europa e del mondo, basato sulla progressiva condivisione di valori fondamentali comuni. 

31

La Grecia ratifica il Trattato sull'Unione europea. 

Agosto

7

Il Consiglio adotta un regolamento relativo all'estensione del programma di aiuto economico (PHARE) alla Slovenia. 

25

Apertura a Londra, Regno Unito, di una conferenza internazionale sull'ex Iugoslavia. 

Settembre

20

Il popolo francese, consultato mediante referendum, si pronuncia a favore della ratifica del Trattato sull'Unione europea. 

Ottobre

7

La Comunità concede nuovi aiuti d'urgenza alle popolazioni vittime del conflitto nell'ex Iugoslavia. 

12-13

La Comunità partecipa alla Conferenza dei donatori di aiuti alla Somalia, che si svolge a Ginevra, Svizzera, nella prospettiva di concedere aiuti.

16

Il Consiglio europeo tiene una riunione straordinaria a Birmingham, Regno Unito, e adotta la dichiarazione "Una Comunità vicina ai suoi cittadini". 

26

L'Italia ratifica il Trattato sull'Unione europea. 

Novembre

4

Il Belgio ratifica il Trattato sull'Unione europea.

25

La Norvegia presenta domanda ufficiale di adesione alle Comunità europee.

La Spagna ratifica il Trattato sull'Unione europea.

Dicembre

2

La Commissione adotta un libro bianco sullo sviluppo futuro della politica comune dei trasporti.

6

Consultati mediante referendum, i cittadini svizzeri, si esprimono contro la ratifica dell'accordo relativo alla creazione dello Spazio economico europeo.

11

Il Portogallo ratifica il Trattato sull'Unione europea.

11-12

Il Consiglio europeo riunito a Edimburgo, Regno Unito, accorda alla Danimarca le deroghe che le consentiranno di sottoporre la ratifica del trattato ad un secondo referendum. Il Consiglio approva il "pacchetto Delors II" e fissa al 1° gennaio 1993 la data di inizio dei negoziati di adesione con l'Austria, la Svezia e la Finlandia.

15

I Paesi Bassi ratificano il Trattato sull'Unione europea.

18

La Germania ratifica il Trattato sull'Unione europea.

21

André Middelhoek è eletto presidente della Corte dei conti.

23

La Commissione adotta un libro verde intitolato "Pluralismo e concentrazione dei mezzi di comunicazione di massa nel mercato interno - Valutazione della necessità di un'azione comunitaria".

 Vedi anche:

PER CONTATTARCI

Richieste d'informazione di carattere generale

Chiama il numero
00 800 6 7 8 9 10 11 Come funziona il servizio telefonico?

Invia le tue domande per e-mail

Contatti e informazioni sulle visite alle istituzioni, contatti con la stampa

Aiutaci a migliorare il sito

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?