1970 | 1971 | 1972 | 1973 | 1974 | 1975 | 1976 | 1977 | 1978 | 1979

1974

Gennaio

1

La Germania assume la presidenza del Consiglio delle Comunità europee. Entrata in vigore degli accordi fra la Comunità europea del carbone e dell'acciaio (CECA) e l'Austria, il Portogallo, la Svizzera e la Svezia. Entrata in vigore dell'accordo di libero scambio nel settore industriale fra le Comunità europee e la Finlandia.

31

La Commissione rivolge ai capi di governo una dichiarazione sullo stato della Comunità in cui sottolinea la necessità di dare nuovo impulso all'iniziativa europea ravvicinando le politiche nazionali e formulando politiche comuni. Il Parlamento dichiara che l'Unione europea potrà essere realizzata soltanto se le istituzioni comunitarie verranno poste in condizione di perseguire una politica fondata su una autentica solidarietà europea. 

Febbraio

11-12

Il Consiglio riconosce formalmente al Comitato economico e sociale (CES) il diritto di esprimere pareri di propria iniziativa e di pubblicarli. 

Aprile

1

Dopo il cambio di governo nel Regno Unito, il Segretario di stato britannico degli Affari esteri e del Commonwealth trasmette al Consiglio una dichiarazione sulla nuova politica del governo nei confronti della Comunità in cui si chiedono, fra l'altro, modifiche sostanziali della Politica agricola comune (PAC), "metodi più equi di finanziamento del bilancio comunitario" e soluzioni ai problemi monetari.

2

Viene sottoposta al Consiglio una dichiarazione comune sullo stato della Comunità. I presidenti del Consiglio e della Commissione riconoscono che il miglioramento del processo decisionale è una condizione imprescindibile per compiere progressi su questioni sostanziali e per assicurare la capacità operativa della Comunità a lungo termine. Vengono inoltre avanzate alcune proposte concrete.

Maggio

29-30

Riunione di Consiglio (a livello ministeriale) dell'Organizzazione di cooperazione e sviluppo economico (OCSE). Christopher Soames, vicepresidente della Commissione, sottolinea la necessità di rafforzare la cooperazione internazionale e di continuare ad adoperarsi per una sempre più ampia liberalizzazione del commercio mondiale. Il Consiglio OCSE adotta una dichiarazione in cui si richiama l'attenzione sulla grave situazione economica dei paesi membri, soprattutto per quanto riguarda il disavanzo della bilancia dei pagamenti. 

Giugno

4

Il Consiglio vaglia le procedure da adottare per esaminare i problemi sollevati dal Regno Unito e discute le modalità di funzionamento delle istituzioni comunitarie. Viene raggiunto un accordo sui miglioramenti da apportare al processo decisionale.

10

Il Consiglio adotta due decisioni relative al sostegno del Fondo sociale europeo a misure specifiche a favore dei portatori di handicap e dei lavoratori migranti.

21

Sentenza della Corte di giustizia delle Comunità europee nella causa Reyners. La Corte stabilisce che qualora un cittadino di uno Stato membro desideri avviare un'attività in un altro Stato membro, quest'ultimo deve astenersi dall'applicazione di qualunque norma, regolamento, disposizione o prassi amministrativa che possa comportare una discriminazione in ragione della nazionalità. 

Luglio

1

La Francia assume la presidenza del Consiglio delle Comunità europee.

15

La Corte di giustizia delle Comunità europee trasmette un documento sull'Unione europea alle altre istituzioni comunitarie. E' la prima istituzione a raccogliere l'invito emerso dal vertice di Parigi del 1972. 

25-26

Si svolge a Kingston, Giamaica, una conferenza ministeriale paritetica CE-Stati dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico (ACP), che sottolinea l'intenzione dei paesi ACP e della Comunità di adottare la convenzione entro i termini imposti dalla scadenza della Convenzione di Yaoundé e dell'accordo di Arusha. Un risultato ancor più importante è l'intesa raggiunta sugli orientamenti politici, che consente di compiere ulteriori progressi su una serie di questioni. 

Settembre

17

Il Consiglio approva formalmente i mandati per la negoziazione di accordi completi con Spagna, Israele, Algeria, Marocco e Tunisia e l'estensione ai settori della cooperazione e dell'agricoltura dell'accordo esistente con Malta.

Novembre

14-16

Si svolge a Roma la Conferenza mondiale dell'alimentazione. La Comunità, consapevole dell'acuta crisi alimentare che colpisce numerosi paesi in via di sviluppo, intensifica i propri sforzi nel settore degli aiuti alimentari e partecipa ai lavori della Conferenza contribuendo alla ricerca di una soluzione a medio o lungo termine al problema dell'approvvigionamento alimentare. 

26

Il Consiglio decide di modificare le disposizioni del trattato relative alla Corte di giustizia al fine di migliorare i meccanismi procedurali della Corte e consentirle di far fronte all'aumento della mole di lavoro. Viene stabilito che talune richieste di pronuncia pregiudiziale riguardanti quesiti di natura tecnica o per i quali esista già una giurisprudenza consolidata possono essere assegnate dalla Corte ad una propria sezione a condizione che nessuno Stato membro sollevi obiezioni e che nessuna istituzione chieda che l'istanza venga esaminata dalla Corte in seduta plenaria.

30

Gli accordi della Comunità del carbone e dell'acciaio con la Norvegia e con la Finlandia vengono ratificati da tutti gli Stati membri ed entrano in vigore con decorrenza dal 1° gennaio 1975. 

Dicembre

3

Il Consiglio raggiunge un accordo su un progetto di trattato relativo ai poteri del Parlamento europeo in materia di bilancio e all'istituzione della Corte dei conti. Sentenza della Corte di giustizia delle Comunità europee nella causa Binsbergen. La Corte stabilisce che le parti possono far valere direttamente dinanzi ai giudici nazionali l'applicazione delle norme di diritto comunitario in materia di libertà di prestazione dei servizi qualora l'oggetto della disposizione sia la soppressione di tutte le discriminazioni che colpiscono il prestatore di un servizio a causa della sua nazionalità o della sua residenza in uno Stato diverso da quello in cui il servizio stesso viene fornito. 

9-10

Al vertice di Parigi, Francia, i capi di Stato e di governo decidono di riunirsi tre volte l'anno come Consiglio europeo, approvano le elezioni del Parlamento europeo a suffragio universale diretto, concordano l'istituzione del Fondo europeo di sviluppo regionale e si impegnano a realizzare l'Unione economica e monetaria. Essi chiedono inoltre al primo ministro belga Tindemans di presentare una relazione di sintesi sull'Unione europea entro la fine del 1975.

19

I rappresentanti dei governi degli Stati membri decidono di estendere fino al 5 gennaio 1977 il mandato del presidente della Commissione François-Xavier Ortoli.

 Vedi anche:

PER CONTATTARCI

Richieste d'informazione di carattere generale

Chiama il numero
00 800 6 7 8 9 10 11 Come funziona il servizio telefonico?

Invia le tue domande per e-mail

Contatti e informazioni sulle visite alle istituzioni, contatti con la stampa

Aiutaci a migliorare il sito

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?