1970 | 1971 | 1972 | 1973 | 1974 | 1975 | 1976 | 1977 | 1978 | 1979

1970

Gennaio

1

Il Belgio assume la presidenza del Consiglio delle Comunità europee.

Marzo

4

La Commissione sottopone al Consiglio un memorandum sull'elaborazione di un piano per l'istituzione dell'Unione economica e monetaria.

6

Il Consiglio incarica un comitato di esperti presieduto da Pierre Werner di formulare proposte per la realizzazione dell'Unione economica e monetaria e affida ad un altro comitato di esperti, guidato da Etienne Davignon, il compito di elaborare proposte in materia di cooperazione politica. 

10

Mario Scelba viene rieletto presidente del Parlamento europeo.

Aprile

22

Firma del trattato di Lussemburgo. Il Consiglio approva la graduale introduzione di un sistema di risorse proprie ai sensi del quale la Comunità percepirà i dazi doganali sui prodotti importati dagli Stati non appartenenti alla Comunità, tutti i prelievi sulle importazioni agricole, nonché entrate provenienti dall'imposta sul valore aggiunto. Il Consiglio decide inoltre di estendere i poteri del Parlamento europeo in materia di bilancio.

Maggio

13

Seduta commemorativa in occasione del ventesimo anniversario della dichiarazione di Robert Schuman.

Giugno

30

Apertura a Lussemburgo dei negoziati con quattro paesi candidati all'adesione (Danimarca, Irlanda, Norvegia e Regno Unito). 

Luglio

La Germania assume la presidenza del Consiglio delle Comunità europee.

2

Entra in carica la nuova Commissione, presieduta da Franco Maria Malfatti.

Ottobre

8

Il Consiglio pubblica la relazione finale sul memorandum della Commissione relativo all'istituzione dell'Unione economica e monetaria. 

26

Il Consiglio raggiunge un accordo sui principi e le procedure di attuazione dell'azione comunitaria nel settore della politica regionale. 

27

Gli Stati membri approvano la relazione Davignon sulla cooperazione politica, che si propone di ottenere che l'Europa si esprima con una sola voce su tutte le principali questioni internazionali. 

Novembre

26

Il Consiglio decide di riformare il Fondo sociale europeo (FSE) al fine di dotare la Comunità di uno strumento idoneo ad assicurare una correlazione fra la politica sociale e le altre politiche comuni. 

Dicembre

17

Sentenza della Corte di giustizia delle Comunità europee nella causa Internationale Handelsgesellschaft. La Corte chiarisce la nozione di diritti fondamentali nell'ordinamento comunitario, stabilendo che la loro salvaguardia, pur essendo informata alle tradizioni costituzionali comuni agli Stati membri, va garantita entro l'ambito della struttura e delle finalità della Comunità.

 Vedi anche:

PER CONTATTARCI

Richieste d'informazione di carattere generale

Chiama il numero
00 800 6 7 8 9 10 11 Come funziona il servizio telefonico?

Invia le tue domande per e-mail

Contatti e informazioni sulle visite alle istituzioni, contatti con la stampa

Aiutaci a migliorare il sito

Hai trovato le informazioni che cercavi?

No

Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?