You are here:

Ufficio comunitario delle varietà vegetali

Il regolamento (CE) n. 2100/94 del Consiglio, del 27 luglio 1994, ha istituito un sistema di privative comunitarie per ritrovati vegetali come unica forma di proprietà industriale comunitaria per quanto riguarda le nuove varietà vegetali. Il sistema è gestito dall’Ufficio comunitario delle varietà vegetali (CPVO).

L’CPVO è un organismo comunitario finanziato in maniera autonoma e dotato di personalità giuridica, istituito il 27 aprile 1995. Dall’agosto 1997, l’CPVO ha sede ad Angers (Francia).

L’CPVO decide in merito alle domande di privativa comunitaria per ritrovati vegetali sulla base di un esame formale e di un esame tecnico della varietà candidata. Una privativa comunitaria per ritrovati vegetali dura 25 o 30 anni, a seconda della specie. Le privative sono valide nei 28 Stati membri dell’Unione europea.

L’CPVO è diretto da un presidente, con l’ausilio di un vicepresidente, entrambi nominati dal Consiglio dell’UE. L’Ufficio è strutturato in due unità, l’unità tecnica e l’unità amministrativa e finanziaria. Tutte e due le predette unità beneficiano del supporto dei servizi del personale, di IT nonché del servizio legale.

Il controllo delle attività dell’CPVO è affi dato ad un consiglio di amministrazione composto da un rappresentante di ciascuno Stato membro, più uno della Commissione europea, nonché dai loro supplenti.

Le decisioni sui ricorsi interposti contro decisioni dell’CPVO spettano a una commissione di ricorso. Il diritto di appello contro una decisione di detta commissione può essere esercitato dinanzi al Tribunale di primo grado e, successivamente, dinanzi alla Corte di giustizia.

Istituzione: 1994

Presidente:
Martin EKVAD

Ufficio comunitario delle varietà vegetali

Contatti

Indirizzo

3 boulevard Maréchal Foch

F–49101 Angers Cedex 02

France

Tel
+33 2 41 25 64 00
Fax
+33 2 41 25 64 10